librimondadori on Instagram

Libri Mondadori

La pagina ufficiale della casa editrice Mondadori

http://www.librimondadori.it/

Report inappropriate content

Similar users

@leggereditore
Leggereditore
@tumblrilmiomondo
Frasi.
@fazieditore
Fazi Editore
@jessireads
jessica 🌙

14

Dall'intervista a #SophieKinsella su Vanity Fair di questa settimana: Non ha mai avuto dubbi di non farcela? «Sempre. Ho un'idea e dopo un po' la trovo banale. Rileggo un mio libro e lo trovo stupido. Ma ormai so che passa. E mio marito è onesto, sa dirmi quando sbaglio». Siete sposati da 26 anni. «Ci siamo incontrati la mia prima sera a Oxford, lui era al quarto anno. Ci siamo messi insieme e non ci siamo più lasciati, anche se tutti se lo aspettavano e ci pensavano pazzi a sposarci così presto». Invece no. «Credo che il nostro collante siano flessibilità, gioco di squadra e molte risate». Non si agita mai? «Ho molti aiuti per la casa e i ragazzi. I libri sono l'unica cosa che faccio da sola. Li programmo fino all'ultimo dettaglio, e poi magari perdo due volte in un giorno le chiavi di casa. Sono sempre in bilico fra lo "starci dentro" e il "non starci dentro", e mi sembra sempre che tutte facciano vite più perfette». Davvero? «A lei no? Su Instagram vedo quelle famiglie che sembrano uscite da uno spot di Abercrombie, vestite bene, e penso "no, noi non saremo mai così". Ma penso capiti a tutti. Se no perché le star di Hollywood si comprano quegli yacht sempre più grandi? Mica li usano davvero». #MyNotSoPerfectLife #LaMiaVitaNonProprioPerfetta

1

Oggi in #Mondadori a Segrate è venuto a trovarci @sandronedazieri, a breve in tour nelle librerie con #OfficinaNera, corso di scrittura creativa. Primo appuntamento a #Roma alla libreria @ibs.it il 20 febbraio!

0

#icoloridopoilbianco diventa ancora più dolce... Ispirati dall'ultimo romanzo di #NicolaLecca, l'Executive Chef del Four Seasons Hotel Florence Vito Mollica (uno dei pochi chef al mondo premiato con due stelle Michelin) e il Pastry Chef Domenico di Clemente hanno creato questo delizioso dessert. Ecco come preparare a casa vostra "I colori dopo il bianco". INGREDIENTI: 175 gr. Zucchero semolato 175 gr. Zucchero di canna 440 gr. Uova intere 14 gr. Lievito in polvere 385 gr. Farina 165 gr. Burro fuso Scorza di 1 arancia e 1 limone PROCEDIMENTO: Accendere il forno e portarlo a 180° Mescolare insieme i due tipi di zucchero, il lievito, la farina e le zeste di arancia e limone. Aggiungere lentamente le uova intere e amalgamare bene il tutto. Infine aggiungere a filo il burro fuso. Con l’aiuto di un sac à poche, dividere il composto ottenuto negli appositi stampi da madeleine e infornare per 9 minuti. La confettura utilizzata a decorazione è di frutto della passione, che con la sua acidità compensa la dolcezza delle madeleine. Il miele in accompagnamento è quello amaro di corbezzolo che arrotonda l'acidità della confettura esaltando i profumi e gli aromi della madeleine.

1

Niente fiori o cioccolatini... per #sanvalentino2017 vogliamo solo #WeCanBeMended! L'epilogo di #Divergent in spedizione 📦

29

Proprio oggi esce in libreria #LaMiaVitaNonProprioPerfetta, il nuovo romanzo di @sophiekinsellawriter: finalmente un regalo che il tuo ragazzo non può sbagliare. #SophieKinsella #SanValentino #mynotsoperfectlife

1

Il successo tarda ad arrivare per Cat Brenner... ma lei inizia a raccontarlo lo stesso. Domani vieni in libreria a conoscere la protagonista del nuovo romanzo di @sophiekinsellawriter #LaMiaVitaNonProprioPerfetta #MyNotSoPerfectLife #SophieKinsella

5

Iniziamo la giornata in dolcezza... su Vanity Fair con due ricette inedite del maestro #ErnstKnam tratte dal suo ultimo libro #DolceDentro

0

«È nell’imprevedibilità che la vita si svela, mettendoci alla prova: per mostrarci chi veramente siamo.» #NicolaLecca #icoloridopoilbianco

1

“È questo l’amore?” si domanda, rendendosi conto che la vita molto toglie: ma anche molto dà. Dà in forme spesso difficili da catalogare. Dà tutto insieme: quando, ormai, avevamo smesso di sperare: vinti dalle delusioni e decisi a smettere di cercare. Dà quando non chiedevamo più e stavamo per abbandonare il campo da gioco. Dà e basta. Senza pretendere niente in cambio. Dà: per compensare in segreto tutto il male che abbiamo subito. Lo fa in maniera inattesa quando – in realtà – noi ci saremmo accontentati di molto meno. Dà attraverso persone che a lungo avevamo evitato a causa dei nostri pregiudizi. Dà inspiegabilmente e in abbondanza: come se le migliaia di volte in cui abbiamo desiderato fossero state depositate in una banca svizzera e avessero fruttato gli interessi. Dà mentre il destino a tutti gli altri, spietatamente, toglie. Dà, non tanto perché lo meritiamo, ma perché nel caos del mondo è finalmente arrivato il nostro turno. #icoloridopoilbianco #nicolelecca

0

Profondamente turbata dagli oscuri segreti del giovane e inquieto imprenditore Christian Grey, Anastasia Steele ha messo fine alla loro relazione e ha deciso di iniziare un nuovo lavoro in una casa editrice. Ma l'irresistibile attrazione per Grey domina ancora ogni suo pensiero e quando lui le propone di rivedersi, lei non riesce a dire di no. Quando però tutto sembra andare per il meglio, i fantasmi del passato si materializzano prepotentemente e Ana si trova a dover prendere la decisione più importante della sua vita. Tutto dipende da lei… Tornano in libreria e presto al cinema (9 febbraio) Anastasia e Christian... niente regole, nessun segreto #50Sfumature

18

È un sabato come tanti per Julia: sushi a domicilio, una puntata del Trono di spade con la testa appoggiata sulla pancia di Marc – se fosse stata un gatto avrebbe pure fatto le fusa... Ma quel giorno riceve la telefonata che la informa della morte del padre, e Julia si trova ad affrontare la caducità della vita. La paura e lo sconforto la assalgono, e quando poco dopo scompare anche la sua amatissima nonna, Julia si sente completamente paralizzata. Purtroppo persino Marc si rivela un punto di riferimento non affidabile... Julia decide così di dare un taglio netto a tutto: lascia Parigi e si prende una sorta di anno sabbatico trasferendosi nel residence per anziani di Biarritz, la sua città di origine, per lavorare come psicologa. Nonostante grandi incertezze circondino la sua scelta piuttosto singolare e benché si renda conto che "è più facile fare amicizia con un unicorno che farsi piacere un ospizio", Julia non perde l'ironia che l'ha sempre caratterizzata. Dopo poco tempo, infatti, si ritrova perfettamente integrata in quella che si rivela essere una bizzarra comunità, un'oasi felice, un istituto "illuminato" che organizza per i suoi ospiti moltissime attività ricreative (tra cui un'ora quotidiana di telenovela, gite al mare, scambi generazionali attraverso l'incontro con bambini e adolescenti). Julia si accorge che i residenti hanno tante cose da insegnarle, forse molte di più di quelle che lei può dare a loro. È difficile immaginare che si possa superare la paura della morte in una clinica per anziani, eppure, dalle persone che la circondano, Julia sta imparando la resilienza: tutte hanno sofferto, tutte si sono rialzate senza perdere il sorriso. Nonni burloni ed energici e colleghe fantasiose dal cuore spezzato le insegnano che la felicità è nel presente, nelle piccole cose che si raccolgono lungo il percorso accidentato dell'esistenza, dove anche l'amore può inaspettatamente fare capolino da dietro l'angolo...

4