Tivoli, Italy Photos on Instagram

Tivoli - Places nearby

Report inappropriate content

@madyvivian

this photo required a lot of stair climbing #worthit

137
@ig_italia

📷 @davideor94 📍 #Tivoli ⠀ La vita di Tivoli è indissolubilmente legata all’acqua che è stata ed è declinata nei modi più svariati: le fontane e le sorgenti solfuree, il fiume e gli acquedotti, la cascata e la centrale idroelettrica Può sembrare strano attribuire all’acqua la peculiarità della cittadina sui monti Tiburtini, 30 km ad est di Roma, che vanta ben due siti nel patrimonio Unesco (le ville dell’imperatore Adriano e del cardinale Ippolito d’Este), oltre a tanti altri tesori: dal santuario di Ercole vincitore al tempio di Vesta, dalla villa Gregoriana alle cave di travertino. Può sembrare strano, ma non esiste contrapposizione con la “città dell’arte”, riportata nei cartelli di benvenuto lungo le vie di accesso a Tivoli. Cambia soltanto la visuale per evidenziare il rapporto con l’acqua, e più in particolare con l’Aniene. Il fiume ha caratterizzato, nel bene e nel male, tutte le vicende tiburtine fin dal 1215 a.C., anno di nascita di Tivoli (462 anni prima di Roma). Fu proprio la presenza del fiume, unita all’ottima posizione geografica, ad attrarre il primo nucleo di abitanti. Da quel momento l’Aniene è stato veicolo di evoluzione e di sviluppo e ha favorito, oltre agli insediamenti, le attività produttive nel territorio. Insomma, ha scandito le tappe fondamentali delle trasformazioni sociali, residenziali, industriali della cittadina laziale restando nel tempo fonte di energia, fulcro di azioni e ispiratore di scelte lungimiranti e innovazioni tecnologiche. Sono innumerevoli gli esempi in tal senso. È sufficiente ricordare le fontane presenti nel giardino della Villa d’Este: tutti i giochi d’acqua sono alimentati direttamente dal fiume attraverso opere di ingegneria idraulica che ancor oggi destano ammirazione, perché basate sul principio dei vasi comunicanti senza alcuna forza motrice; un ulteriore prova è la centrale idroelettrica dell’Acquoria, nella quale la forza dell’acqua genera energia elettrica che ha consentito il 4 luglio 1892, per la prima volta al mondo, di accendere una lampada a distanza e di illuminare una strada di Roma (come ricorda la targa commemorativa in viale del Policlinico, 131). 📝 #ig_italia #italia #ig_italia_mu

53
@callmelorax

12