Mindfuleatingitalia Photos on Instagram

See related and similar tags

Ieri sera c'è stata la seconda serata del corso "In cucina con consapevolezza" 🍲🍛🥬 @elisa_salvi_ ha preparato un menù completo con ricette di Cucina Naturale e ha introdotto il tema degli aspetti energetici del cibo secondo la Macrobiotica 🍛🍲🥬 Per la parte dedicata alla Mindful Eating ci siamo concentrati sull'ascolto del corpo e, prima di assaggiare i piatti, abbiamo praticato assieme la meditazione della fame Nella foto "Dolce zuppa di avena", una vera delizia per l'inverno 😋😋 . . . #mindfuleatingparma #faipaceconilcibo #mindfuleating #famenervosa #emotionaleating #nodiet #faipaceconiltuocorpo #prenditicuradite #ascoltailtuocorpo #mindfuleatingitalia #mindfuleatingtips #psicologiaealimentazione #alimentazionesana #alimentazioneconsapevole #consapevolezzaalimentare #atavolaconconsapevolezza #mangiaconsapevole #iomangioconsapevole #sceglilatuasalute #prenditicuradeltuocorpo #equilibrioatavola #equilibriocorpomente #salutepsicofisica #benessereemotivo #benessereparma #benesserepsicologico #informaeinsalute #saluteatavola

1

La Mindful Eating è una pratica di alimentazione consapevole che permette di nutrire corpo e mente. L' alimentazione consapevole non ha a che fare con cosa mangiare o in quale quantità ma con come mangiare, con il rapporto con il cibo e come questo influisce con le nostre abitudini alimentari. . Il nostro corpo sa di cosa ha bisogno per essere al suo meglio dal punto vista del peso e della corporatura. Dobbiamo però imparare ad ascoltarlo anziché fare le nostre scelte alimentari basandoci sull'emozioni e sull' immagine che abbiamo di noi stessi. . La pratica di Mindful Eating inizia con un piccolo esercizio di mindfulness🧘: facendo qualche respiro profondo, portando la nostra attenzione al corpo e alle nostre sensazioni e rimanendo nel qui e ora. Ci si sofferma ad esplorare il cibo come se ci approcciassimo ad esso per la prima volta, utilizzando i nostri 5 sensi. Quindi non solo con il gusto ma anche con la vista, l'olfatto, il tatto e l'udito. Si prova a notare cosa accade dentro di noi quando esploriamo il cibo con lo sguardo, sentendone l'odore, toccandolo con le dita, avvicinandolo alle orecchie per sentire il rumore che fa. Infine lo portiamo in bocca soffermandoci sul sapore che cambia mentre lo mastichiamo. Si rallenta e ci si concentra sulle nostre sensazioni ed emozioni legate all'esperienza, senza giudicarle. Si è così consapevoli del nostro livello di sazietà decidendo se continuare a mangiare. . Dopo aver fatto questa esperienza molto spesso si scoprono sensazioni e sapori che non abbiamo mai provato rispetto al cibo ingerito. Capita anche di notare che quel cibo non ci piace come pensavamo o diventa più chiaro cosa ci attira di esso e non è detto che sia il sapore. Questa pratica è un valido strumento per chi vuole migliorare il rapporto con il cibo e trarre la massima esperienza dall'atto del mangiare. . 📞3473013709 📧 [email protected] Segui ➡️@annatomasellopsicologa

1

Ma i cachi si possono mangiare? . I cachi sono un alimento molto benefico per la salute, sono ricchi di vitamine, betacarotene e sali minerali come il potassio, il fosforo e il magnesio. Inoltre, proteggono e depurano il fegato, uno degli organi più importanti del nostro organismo. Per questo motivo sarebbe davvero un peccato eliminarli dalla propria dieta solo perché hanno più zucchero rispetto ad altri frutti. E’ vero che danno un apporto calorico maggiore ma se mangiati un paio di volte a settimana, alternandoli con altri frutti meno zuccherati, possono essere una valida scelta. . Agendo direttamente sul fegato e sull’intestino, i cachi (quando sono maturi) sono un lassativo naturale, grazie ai tannini e alle fibre presenti nella sua polpa. Inoltre, grazie al loro ph leggermente alcalino, sono in grado di neutralizzare l’acidità dei succhi gastrici dello stomaco, per cui sono indicati per chi soffre di gastrite e reflusso gastroesofageo. . Ultima considerazione, se mangiati acerbi, possono essere un ottimo diuretico, grazie alla presenza di potassio! #FruttaDiStagione #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite . . . . . . #ComfortFood #FameNervosa #MindfulEating #mindfuleatingitalia #mindfuleating #mindfuleatingcoach #nutrizione #nutrizionista #biologonutrizionista #mindfulness #consapevolezza #mangiaresano #mangiosano #ciaodieta #dieta #dimagriremangiando #benessere #perderepeso #alimentazioneconsapevole #alimentazionesana #volersibene #amarsi

0

Qual è il tuo livello di spreco alimentare? . Quando acquisti un prodotto è fondamentale conservarlo nel modo migliore affinché non ti debba ritrovare a buttarlo via senza consumarlo, sprecando soldi e facendo un danno etico alla società. Prima di tutto devi guardare la data di scadenza: non comprare un alimento che scade tra due giorni se c’è la possibilità, anche remota, che tu non possa consumarlo. Consiglio sempre di fare una pianificazione dei pasti per tutta la settimana: decidere in anticipo cosa mangiare durante ti permetterà di fare una spesa mirata (senza fare scorte inutili!) e consumare tutto quello che hai in casa. . Inoltre è bene sapere la differenza tra le varie diciture di scadenza, troppo spesso buttiamo via cibo che è ancora consumabile. Per quanto riguarda gli alimenti che si conservano fuori dal frigo ed i surgelati, le etichette riportano il termine minimo di conservazione (solitamente variabile dai 3-6 mesi fino oltre ai 2 anni). Ma scaduto questo tempo è comunque ancora possibile consumare l’alimento, perderà solo in aroma e sapore. E poi ci sono tutti quegli alimenti in scatola che recano la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro il” che rappresenta più che altro un avvertimento. Anche se li consumi dopo un paio di mesi infatti non succede nulla. . Anche imparare ad utilizzare il frigorifero nel modo corretto è importante per non sprecare cibo e soldi. Ogni ripiano infatti presenta una temperatura precisa ed è adatto, dunque, alla conservazione ottimale di alimenti specifici. Per questa ragione il Ministero della Salute ha redatto un vero e proprio decalogo per il corretto utilizzo del frigorifero, che puoi facilmente trovare sul loro sito! Ovviamente cerca di mettere il più possibile in bella vista gli alimenti che scadono prima, evitando di dimenticartene qualcuno in fondo. #SprecoAlimentare #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite

1

Più siamo comprensivi ed indulgenti verso noi stessi, più siamo motivati a fare ciò di cui abbiamo bisogno per prenderci cura di noi, compreso impegnarci in un cambiamento nello stile alimentare 🍂 L’auto compassione aiuta anche a prevenire le abbuffate legate alla fame nervosa che spesso si verifica quando ci sentiamo di aver fallito nei nostri sforzi per “mangiare pulito" 🍂 Una mancanza di auto-compassione non ci permette di conoscere le nostre abitudini, i nostri schemi legati all’alimentazione, i trigger e le nostre esigenze 🍁 Adottando, invece, un atteggiamento di perdono e curiosità, possiamo promuovere una sana relazione con il cibo, presupposto importante per essere più sereni e in salute . . . #mindfuleatingparma #faipaceconilcibo #mindfuleating #famenervosa #emotionaleating #nodiet #faipaceconiltuocorpo #prenditicuradite #ascoltailtuocorpo #mindfuleatingitalia #mindfuleatingtips #psicologiaealimentazione #alimentazionesana #alimentazioneconsapevole #consapevolezzaalimentare #atavolaconconsapevolezza #mangiaconsapevole #iomangioconsapevole #sceglilatuasalute #prenditicuradeltuocorpo #equilibrioatavola #equilibriocorpomente #salutepsicofisica #benessereemotivo #benessereparma #benesserepsicologico #informaeinsalute #saluteatavola

1

La mente ha un ruolo importantissimo nel tuo rapporto con il cibo e imparare ad ingannarla è fondamentale per imparare a mangiare meglio. . Raccomando sempre ai miei pazienti di non mangiare troppo poco per non rischiare di rallentare il metabolismo e di conseguenza anche il dimagrimento. Chiaramente questo non significa che puoi mangiare tutto quello che vuoi, è molto probabile che dovrai fare una riduzione dell’apporto calorico se vuoi perdere peso. . E qui sorge il problema: il solo pensiero di dover soffrire la fame per i mesi a venire spesso ti porta ad abbandonare tutto. E spesso è solo un pensiero del cervello, perché poi, alla fine dei conti, mangiando in modo equilibrato il corpo non avverte affatto la fame. . In realtà è bene sapere che esistono alcuni trucchi per ridurre leggermente la quantità di cibo introdotta, senza sentirti privato di qualcosa, o anche davvero senza accorgertene. Secondo Brian Wansink, autore del libro “Mindless eating. Perché mangiamo senza pensarci?”, esiste una zona “cuscinetto” di 100-200 calorie al giorno, di cui il cervello non nota differenza se viene introdotta o meno nel corpo, ma che può fare la differenza quando vogliamo perdere peso. . Ad esempio, una di queste è quella di utilizzare piatti più piccoli: è la cosiddetta illusione di Delboeuf, in base alla quale una stessa quantità di cibo appare scarsa se posta in un piatto grande e adeguata se posta in un piatto piccolo. Inoltre siamo portati a mettere porzioni maggiori in piatti più grandi e, dato che in media si tende a consumare il 92% di quello che c’è nel piatto, più grande sarà quest’ultimo maggiore sarà l’ introito di cibo. . Un consiglio che do sempre è quello di servirti il 20% in meno di quello che pensi di mangiare: molti studi dimostrano che se le persone mangiano il 30% in meno se ne accorgono, mentre il 20% rimane sotto lo schermo radar. Poi, nel caso tu abbia ancora fame, sarai sempre in tempo per alzarti e prendertene ancora! #Strategie #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite

1

Il cibo è anche conforto, ci mantiene vivi ed è importante che ci dia piacere 🥙🍅 Il problema non è l’emotional eating di per se stesso, ma piuttosto il prenderti cura di te 🍅🍏🥦 Se il cibo è divento l’unico modo con cui gestisci le difficoltà quotidiane, le emozioni negative, le delusioni, il dolore…questa “strategia” a sua volta sta realmente rendendo la tua vita più dolorosa ed è necessario imparare altri modi per trovare conforto . . . #mindfuleatingparma #faipaceconilcibo #mindfuleating #famenervosa #emotionaleating #nodiet #faipaceconiltuocorpo #prenditicuradite #ascoltailtuocorpo #mindfuleatingitalia #mindfuleatingtips #psicologiaealimentazione #alimentazionesana #alimentazioneconsapevole #consapevolezzaalimentare #atavolaconconsapevolezza #mangiaconsapevole #iomangioconsapevole #sceglilatuasalute #prenditicuradeltuocorpo #equilibrioatavola #equilibriocorpomente #salutepsicofisica #benessereemotivo #benessereparma #benesserepsicologico #informaeinsalute #saluteatavola

2

Le 10 migliori abitudini da acquisire se vuoi perdere peso in modo naturale. . Se vuoi raggiungere un peso sano (e poi mantenerlo) quello che devi fare è cambiare la tua mentalità, il modo che hai di approcciarti alla salute e costruirti una serie di sane abitudini che rivoluzionino completamente il tuo stile di vita e che poi manterrai per sempre: piccoli cambiamenti personalizzabili in grado di trasformare il tuo corpo e la tua salute. Una volta che avrai acquisito queste sane abitudini il dimagrimento sarà una naturale conseguenza. . Il modo più efficace per farlo è quello di fare piccole e graduali modifiche alla tua routine quotidiana. In questo modo le sane abitudini andranno un po’ alla volta a sostituire quelle cattive e una volta imparate saranno difficili da sradicare quanto quelle sbagliate. . Ecco una lista di buone abitudini che dovresti un po’ alla volta introdurre nella tua vita per perdere peso in modo naturale e rimanere in salute. (Link in bio) #PerderePeso #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite . . . . . . #ComfortFood #FameNervosa #MindfulEating #mindfuleatingitalia #mindfuleating #mindfuleatingcoach #nutrizione #nutrizionista #biologonutrizionista #mangiaresano #mangiosano #ciaodieta #dieta #dimagriremangiando #benessere #perderepeso #alimentazioneconsapevole #alimentazionesana #volersibe

0

Nel 2009 i ricercatori Nicholas Christakis e James Fowler hanno pubblicato le informazioni raccolte nel corso degli anni, secondo le quali quando i tuoi amici iniziano a ingrassare, ingrassi anche tu. Analizzando i dati raccolti, Christakis e Fowler affermano che i buoni comportamenti (come smettere di fumare o mangiare sano) passano da un amico all’altro quasi come fossero virus contagiosi. E lo stesso vale per i cattivi comportamenti: gruppi di amici sembravano “infettarsi” l’un l’altro con l’obesità, l’infelicità e il fumo. . In effetti rimanere in salute non è solo una questione di geni e di dieta ma, a quanto pare, anche di relazioni sociali. Molti miei pazienti mi riferiscono che quando sono a dieta, i loro amici o familiari spesso li “istigano” a sgarrare molto di più con frasi del tipo “ma cosa vuoi che sia per una fetta di torta?” o “ma sei sempre a dieta, goditi la vita”. La mia teoria è che le persone che ti istigano ad avere comportamenti insani lo fanno perché loro stessi vorrebbero migliorare ma non ci riescono, per cui il tuo fallimento li farebbe sentire meglio. . La buona salute è anche un prodotto, in parte, della tua vicinanza con modelli positivi. Se vuoi iniziare uno stile di vita sano, ma sei circondato da persone che mangiano patatine ogni giorno, sei costantemente sotto pressione. Questi amici non ti costringono a mangiare le patatine con la forza, ma è molto più probabile che lo farai. Chiaramente non puoi buttare tutti fuori di casa, se alcune di queste persone vivono sotto lo stesso tuo tetto, ma esserne consapevole ti può aiutare a prendere le decisioni in maggiore autonomia. #StileDiVita #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite . . . . . . . #ComfortFood #FameNervosa #MindfulEating #mindfuleatingitalia #mindfuleating #mindfuleatingcoach #nutrizione #nutrizionista #biologonutrizionista #mangiaresano #mangiosano #ciaodieta #dieta #dimagriremangiando #benessere #perderepeso #alimentazioneconsapevole #alimentazionesana #volersibene

0

Quante volte ti sei sentito/a in colpa dopo aver mangiato qualcosa che non avresti dovuto mangiare? 
Quante volte ti sei criticato/a perchè hai mangiato anche il dolce, nonostante fossi sazio/a? 🔸Le nostre battaglie con il cibo sono causa di terribili stress emotivi che portano senso di colpa, vergogna e depressione. Esistono centinaia di tipi di diete, hanno creato cibi light, palestre, nuovi corsi di allenamento, interventi di chirurgia di ogni tipo. 
Il problema col cibo rimane ed è sempre più capillare: da chi ne consuma troppo a chi ne consuma troppo poco. 🔸Cosa veicoliamo attraverso il cibo? 
Una cosa è sicura, abbiamo davvero bisogno di cambiare approccio ai problemi alimentari e trovare qualcosa che sia efficace e duraturo. 
Che vada oltre le 8 settimane di piano alimentare o le tre merende tipo da ruotare nell’arco della settimana. 🔸Il cibo non è nè buono nè cattivo. Il problema non è il cibo. (No, non è nemmeno la tiroide…) La #mindfulness affronta il disturbo alla radice e lo fa a partire da un terreno di accoglienza e di non giudizio. Insegna ad ascoltare il #corpo e a familiarizzare con i pensieri e con i nostri meccanismi mentali. Ti sei mai reso/a conto di tutti i pensieri che fai ogni giorno sul cibo? Prova ad immaginare come sarebbe non dover affrontare costantemente quell’incessante dialogo interiore. Non doversi affidare alla forza di volontà o alla disciplina o, al contrario, lasciarsi andare per poi colpevolizzarsi. Una nuova relazione con il cibo, fatto di apprezzamento e godimento. Un cambiamento sostenibile che può durare nel tempo. A questo serve la #meditazione, che ci permette di prendere #consapevolezza di tutto quello che si smuove in noi dandoci la possibilità di modificare il nostro automatismo nei confronti del cibo fino a trovare una risposta diversa. Di questo e di molto altro parleremo nel nostro workshop sul #mindfuleating! 📣 Per chi si iscrive entro il 29 novembre c’è un prezzo super scontato. 💥Da 120€ a 95€ E se vi iscrivete in due da 100€ a 82€ a testa!💥 La quota comprende coffee break e il pranzo. E’ necessaria la prenotazione tramite mail. Tutti i dettagli nel link in BIO 💥

8

4 veloci consigli per alleggerire le tue ricette . Le ricette possono essere uno strumento straordinario per iniziare quando proprio non hai idea di come si fa un piatto, con gli ingredienti e le istruzioni davanti sei certa di non sbagliare. Non sempre, però, le ricette che trovi possono essere adatte al tuo caso, potresti essere intollerante a qualche alimento o magari semplicemente desiderare di mangiare un po’ più leggero. Solo tu ti conosci così bene da sapere qual’è la scelta migliore per te. . Se ad esempio il tuo obiettivo è quello di perdere peso, utilizzare la creatività in cucina è un ottimo sistema per mangiare sano senza annoiarti, ritrovandoti a mangiare sempre le solite cose. Così facendo potrai rimodellare le ricette che trovi trasformandole in versione più “light”. . Ecco 4 piccoli consigli “nutrizionali” per creare le versioni più dietetiche dei tuoi piatti, rendendole più salutari senza però cambiarne il gusto: 1. Riduci i grassi. Spesso le ricette utilizzano il burro che, come ben si sa, è un alimento da evitare se vuoi perdere peso. Metti 1/2 quantità di burro (o olio) e sostituiscila con una purea di frutta (banane o mele). Provare per credere! 2. Riduci lo zucchero. Anche lo zucchero, come il burro, rientra nella lista nera dei nutrizionisti. Hai mai provato a zuccherare il caffè con la cannella? A me piace moltissimo. Le spezie sono un ottimo sostituto dello zucchero, anche nella preparazione dei dolci. 3. Cambia la farina. La tua ricetta prevede farina bianca? Bene, tu utilizza quella integrale. E’ ricca di fibra e ti basterà una fetta più piccola per sentirti sazia. 4. Cambia metodo di cottura. Ti piace la parmigiana? Ottimo, le melanzane sono un ottimo alimento ma spesso scegliere il cibo giusto non è sufficiente! E’ fondamentale anche cucinarlo nel modo migliore affinché non perda le sue qualità nutritive o, nel peggiore dei casi, non diventi anche nocivo per la tua salute. Quindi invece di friggere le melanzane ti consiglio di grigliarle e unirle ad un formaggio magro. #MangiareSano #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite

1

💖 SEI UNA BELLA PERSONA ANCHE QUANDO.... . Non mangio dolci da 10 giorni. Sento la pancia brontolare. Ho bruciato 600kcal correndo. Gli altri hanno preso pizza e io insalata... . NO!! ASSOLUTAMENTE NO! . Sei una meravigliosa persona anche quando mangi la pizza, anche quando fai sport per divertirti e non per bruciare, anche quando hai la pancia piena! . A volte possiamo star bene mettendo in discussione tutto ciò che ci hanno insegnato per essere "BRAVE". Vale la pena di provare💪 . ☀Buona domenica di libertà a tutte ❤

5

Con un pochino di consapevolezza puoi vedere da dove proviene il pane che mangi Non è piovuto dal nulla: viene dei campi di grano e dal duro lavoro, viene dal panificatore, dal distributore e dal rivenditore Ma il pane è altro ancora :il campo di grano ha bisogno di nuvole e di luce solare; dunque in quella fetta di pane ci sono le nuvole, c’è la fatica del contadino, la gioia di aver prodotto la farina, l'arte del panettiere L'intero Universo ha concorso a far sì che tu possa avere in mano quel pezzetto di pane! Per raggiungere questa divisione profonda non occorre impegnarsi a fondo: basta smettere di lasciare che la mente ti travolga con preoccupazioni, pensieri e progetti Thich Nhat Hanh #mindfuleatingparma #faipaceconilcibo #mindfuleating #famenervosa #emotionaleating #nodiet #faipaceconiltuocorpo #prenditicuradite #ascoltailtuocorpo #mindfuleatingitalia #mindfuleatingtips #psicologiaealimentazione #alimentazionesana #alimentazioneconsapevole #consapevolezzaalimentare #atavolaconconsapevolezza #mangiaconsapevole #iomangioconsapevole #sceglilatuasalute #prenditicuradeltuocorpo #equilibrioatavola #equilibriocorpomente #salutepsicofisica #benessereemotivo #benessereparma #benesserepsicologico #informaeinsalute #saluteatavola

0

Puoi imparare a creare un rapporto positivo, sano, stabile e maturo con il tuo corpo partendo dai tuoi pensier, dalle tue parole e da comportamenti gentili e rispettosi Coltivare un'immagine positiva del corpo è un elemento essenziale per fare pace con il cibo

1

Da anni ormai tv, giornali e social media ci bombardano con pubblicità di diete di ogni tipo, dalle più fantasiose a quelle “scientificamente” (almeno secondo loro) provate. La “vita vera” però ha ben dimostrato che tutte queste diete sono destinate a fallire perché vengono presto abbandonate o perché portano ad un immediato recupero del peso. . Dal mio punto di vista, non esiste nessuna soluzione magica: quello che devi fare per perdere peso (e poi mantenerlo) è cambiare la tua mentalità, le tue abitudini, il modo che hai di approcciarti alla vita e alla salute, e nessuna “dieta strana” potrà portarti a questo importante obiettivo. . L’unica dieta che considero valida è la dieta mediterranea proprio perché non è una dieta (almeno non una di quelle in cui bisogna rinunciare a tutto) ma piuttosto un modo di nutrirsi (e di vivere) che celebra semplicemente il cibo sano. E’ un tornare indietro negli anni, quando non esistevano i supermercati strapieni di junk-food o di cibi pronti ricchi di grassi saturi, ma si mangiava cibo considerato ora “povero” ma in realtà estremamente nutriente. . Il cibo sano può aiutarti a sentirti in forma, a superare ansia e malesseri fisici e vivere la vita con maggiore energia. Non pensare al cibo come ad una medicina da assumere solo quando stai già male, ma inizia a pensare alla dieta come uno stile di vita, un sistema semplice per prevenire molti problemi. Io sono una biologa nutrizionista e il mio obiettivo è quello di educarti ad uno stile di vita sano piuttosto che fare una dieta privativa. Faccio consulenze ed educazione alimentare per aiutarti a migliorare il rapporto con il cibo, raggiungere il peso benessere e stare in salute. . La dieta non funziona nel lungo periodo, ma la costruzione di uno stile di vita sano basato su una serie di buone abitudini sì. Per info o appuntamenti non esitare a scrivermi! ❤️ #DietaMediterranea #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite

2

Idratarsi è fondamentale, si sa, ma in inverno, con il freddo, può essere più difficile. . La mancata idratazione del corpo può causarti molti disagi tra cui spossatezza, continui mal di testa e pelle e labbra secche, disagi che magari non penseresti neppure possano essere causati dalla disidratazione. Inoltre bere tanto aiuta anche il dimagrimento perché “l’acqua scaccia l’acqua”, visto che se soffri di ritenzione idrica il modo migliore per eliminarla è aiutare i reni a drenare. Ma come fare quando fa freddo e il corpo proprio ne vuole sapere di inserire liquidi? . Quello che consiglio è di assumere qualcosa di tiepido, invece che a temperatura ambiente, perché se hai freddo l’acqua tiepida scende più facilmente. Puoi semplicemente scaldare un po’ la tua razione di acqua quotidiana, oppure puoi farti delle tisane (fatte da te, non quelle in bottiglia) e diluirle con acqua a temperatura ambiente così che rimangano tiepide e siano facili da bere. Ovviamente non le devi zuccherare, altrimenti diventano caloriche! . Inoltre, prepararsi delle bottigliette da mezzo litro è meglio che prepararsi direttamente una grande da litro e mezzo (che fa sempre tanta paura!). Quando vedi che nella bottiglietta ne manca poco il tuo cervello è spinto subito a terminarla e iniziarne un’altra. Prepara tre bottigliette da mezzo litro (se usi quelle termiche meglio) e lasciale in giro per casa, così ogni volta che ne vedi una darai un sorso! #Strategie #BiologaNutrizionista #MyMindfulBite . . . . . . #ComfortFood #FameNervosa #MindfulEating #mindfuleatingitalia #mindfuleating #mindfuleatingcoach #nutrizione #nutrizionista #biologonutrizionista #mindfulness #consapevolezza #mangiaresano #mangiosano #ciaodieta #dieta #dimagriremangiando #benessere #perderepeso #alimentazioneconsapevole #alimentazionesana #volersibene #amarsi

0

Hai bisogno di mangiare anche oggi 🧁🍐🍏🥙 Anche se pensi di aver mangiato tanto durante il fine settimana, il tuo corpo oggi ha bisogno di energia per affrontare la giornat🥮🍱🥗 La restrizione alimentare ti porterà soltanto verso una nuova abbuffata

1